Seleziona una pagina

One-Hand maschera comunitaria

… la maschera che si adatta!

Le maschere communitarie di Petertools sono conformi alle specifiche del gruppo di lavoro ReMask e sono prodotte con tessuti dell’azienda tessile di Appenzello Weba. Questi tessuti speciali sono rivestiti con il rivestimento antimicrobico HeiQ Viroblock® della start-up svizzera HeiQ. HeiQ Viroblock® protegge i tessuti della maschera trattati con esso da microbi e germi.

Innovazione da petertools

Con la sua azienda petertools, Daniel Peter si è specializzato nella produzione di oggetti di uso quotidiano che rendono la vita più facile alle persone con disabilità fisiche, ma sono anche pratici per tutti gli altri. Insieme alla sarta Sandra Saxer, ha sviluppato delle maschere di comunità che, oltre alle loro proprietà antimicrobiche, sono dotate di fasce elastiche che, a differenza di altre maschere, sono regolabili in lunghezza, senza doversi districare, e possono quindi essere meglio adattate a diversi volti. La maschera comunitaria a una mano può essere facilmente indossata con una sola mano e il taglio leggermente più alto riduce al minimo l’appannamento delle lenti. Come ulteriore specialità, si possono applicare tre diversi tipi di cinghie di fissaggio: cinghie elastiche per le orecchie posteriori, cinghie elastiche per la testa e fasce di cotone non elastico per annodare.

One-Hand Community la maschera Viroblock
One-Hand Mask all'interno
HeiQ-Virenschutz ist vom Beta Analytics Testing Laboratory in Cleveland als sicher und nachhaltig qualifiziert worden.

HeiQ Viroblock è stata qualificata come sicura e sostenibile dal Beta Analytics Testing Laboratory di Cleveland.

I tessuti trattati con HeiQ Viroblock® hanno un forte effetto antimicrobico, sono ipoallergenici, formano superfici auto-animatiche resistenti ai germi e contribuiscono attivamente a ridurre il rischio di trasmissione.

In questo modo, le maschere di comunità petertools aiutano a ridurre al minimo il potenziale di ritrasmissione degli agenti patogeni. L’effetto protettivo mantiene almeno 30 cicli di lavaggio a 40 gradi.

Informazioni dettagliate su HeiQ Viroblock®

 

Caratteristiche dei tessuti utilizzati

Esterno
Tessuto 100% cotone con tecnologia HeiQ Viroblock® e per le maschere bianche/bianche in aggiunta con finitura idrorepellente (idrofoba) (test spray 80 secondo EN DIN ISO 4920:2012)
Oekotex® 100 e STeP di Oekotex®
All’interno
Tessuto misto di 61% cotone e 39% Lyocell con tecnologia HeiQ Viroblock® per una maggiore assorbenza, impedisce che il tessuto si bagni rapidamente.
Oekotex® 100 e STeP by Oekotex®.

Produzione locale

Le nostre maschere sono create da mani agili nel bellissimo Bieler Seeland, dai tessuti più pregiati dell’accogliente Appenzello e dal rivestimento antimicrobico più innovativo al mondo della vivace Zurigo. Solo la fascia elastica in fibra proviene da una fabbrica di corde di Dornbirn. Le maschere vengono montate e imballate dal laborioso personale della Fondazione Dammweg di Bienne.

Quali maschere proteggono dal virus corona?

Ogni maschera protegge da un certo grado di infezione. Tuttavia, quanto siano efficaci le maschere e in quale contesto il loro uso sia appropriato dipende dal bisogno di protezione della singola persona. Per proteggere da qualsiasi tipo di gocciolina, compresi gli aerosol, è necessario indossare una maschera FFP. Lo scopo principale di una maschera chirurgica è quello di garantire che le gocce più grandi siano trattenute dalla persona che indossa la maschera e non vengano rilasciate nel mondo esterno.

Questa maschera comunitaria non è una maschera respiratoria (FFP1, FFP2 o FFP3) secondo il regolamento DPI (UE) 2016/425, né una maschera facciale per uso medico secondo la direttiva sui dispositivi medici 93/42/CEE o il regolamento (UE) 2017 /745. Questa maschera in tessuto, che ha principalmente lo scopo di controllare il gonfiore, fornisce un’adeguata protezione contro le gocce liquide di varie dimensioni che si producono quando si tossisce o si starnutisce, nonché contro gli aerosol (particelle fino a 1 mm).

Altri articoli interessanti sulle maschere, come e quando devono essere indossate, si trovano nelle FAQ.

L’uomo bionico usa la maschera comunitaria con una sola mano

Michel Fornasier è nato con una mano sola e ora, come il supereroe Bionicman con la sua protesi, si mette in cammino per “disfare” il mondo, come dice lui, insieme ad altre persone colpite. La maschera della Comunità a una mano lo ha convinto fin dalla prima volta che l’ha indossata. “Daniel Peter ha proposto una grande innovazione che si adatta perfettamente al mio concetto: È uno strumento che aiuterà molte persone a liberarsi! La maschera della comunità a una mano significa per me un pezzo di indipendenza”.

Dalla vendita della Community Mask petertools Community Mask, un contributo confluirà nella fondazione di Michel Fornasier Give Children. “Vogliamo aiutare i bambini con un handicap a muoversi meglio nella vita. Con il nostro progetto “Mano Protesica” aiutiamo i giovani a condurre una vita migliore. Le protesi sono prodotte su stampanti 3D ultramoderne e consentono ai giovani indossatori: all’interno di nuove possibilità inimmaginabili”.

Immagine Ubicon
Michel Fornasier alias Bionicman e Daniel Peter
Se stai cercando la nuova Maschera della Comunità Bionicman scrivi una mail a info@petertools.life.

Varianti della maschera comunitaria a una mano

One-Hand Mask

Lato interno (bianco)
tessuto misto di 61% cotone e 39% Lyocell con tecnologia HeiQ Viroblock® e e una maggiore capacità di assorbimento
Oekotex® 100 e STeP by Oekotex® – privi di sostanze nocive

Esterno
Tessuto 100% cotone con tecnologia HeiQ Viroblock® e per le maschere bianche in aggiunta
con finitura idrorepellente (idrofoba) (prova a spruzzo 80 secondo EN DIN ISO 4920:2012)

Cinghie di fissaggio
Le maschere sono dotate di cinghie elastiche regolabili per le orecchie posteriori.
Cinghie elastiche e non elastiche sono disponibili nel negozio online.
Per le persone che indossano apparecchi acustici si consiglia di ordinare gli elastici lunghi.

Colori
black as night, midnight blue, oriental dream, blue leaves, snow white

Prezzo
CHF 29.95

Maschera per bambini

Lato interno (bianco)
tessuto misto di 61% cotone e 39% Lyocell con tecnologia HeiQ Viroblock® e e una maggiore capacità di assorbimento
Oekotex® 100 e STeP by Oekotex® – privi di sostanze nocive

Esterno
Tessuto 100% cotone con tecnologia HeiQ Viroblock®

Cinghie di fissaggio
Le maschere sono dotate di cinghie elastiche regolabili per le orecchie posteriori.
Le maschere per bambini non hanno schede aggiuntive. Le cinghie elastiche di ricambio sono disponibili nel negozio online.
Per le persone che indossano apparecchi acustici si consiglia di ordinare gli elastici lunghi.

Colori
midnight blue, blue leaves

Prezzo
CHF 26.95

Confronto dei prezzi
CHF 0.95 per ogni capo d’abbigliamento con maschera igienica monouso
CHF 0.93 per ogni capo d’abbigliamento per la petertools maschera comunitaria lavabile (30 lavaggi)
Naturalmente la maschera può essere lavata molto più spesso, ma l’effetto antimicrobico inizia a diminuire dopo 30 lavaggi.

Abonnemento

Composto da
5 Maschere a una mano in un colore o misto
Creazione di 5 set individuali con singole maschere

Colori, modelli
black as night, midnight blue, oriental dream, blue leaves, snow white, mix it up

Ciclo/tempo di consegna
comoda consegna di 5 maschere a trimestre
Periodo di sottoscrizione 1 anno

Prezzo
CHF 539.10 invece di 599.00 prezzo unitario

Confronto dei prezzi
CHF 0.95 per ogni capo d’abbigliamento con maschera igienica monouso
CHF 0.93 per ogni capo d’abbigliamento per la petertools maschera comunitaria lavabile (30 lavaggi)

 

One-Hand Mask Abo

Composto da
5 maschere ad una mano in un colore o misto
Creazione di 5 set individuali con singole maschere

Colori, modelli
nero come la notte, blu notte, sogno orientale, foglie blu, bianco neve, mescolare il tutto

Ciclo/tempo di consegna
comoda consegna di 5 maschere a trimestre
Periodo di sottoscrizione 1 anno

Prezzo
CHF 539.10 invece di 599.00 prezzo unitario

Confronto dei prezzi
CHF 0.95 per ogni capo d’abbigliamento con maschera igienica monouso
CHF 0.90 per ogni capo d’abbigliamento per la Community Mask lavabile (30 lavaggi)
Naturalmente la maschera può essere lavata molto più spesso, ma l’effetto antimicrobico inizia a diminuire dopo 30 lavaggi.

Shop

Siamo molto contenti dell’ordine a Petertools. Non appena la vendita sarà conclusa, i dipendenti della Fondazione Dammweg inizieranno l’imballaggio e la spedizione. In modo che i nostri clienti possano presto beneficiare della protezione HeiQ Viroblock.
  • Spediamo anche ai nostri vicini europei
  • Consegna gratuita a partire da CHF 100.00 valore della merce
  • Nella cassetta delle lettere entro 2-3 giorni (CH), entro 4-5 giorni (EU)
  • È possibile pagare con TWINT (preferibilmente) o con carta di credito

A causa della grande richiesta ci sono ritardi nella consegna dei modelli oriental dream e blue leaves! Chiediamo un po’ di pazienza, ci affretteremo ad eliminare rapidamente il collo di bottiglia.

FAQ e ulteriori spiegazioni

Vantaggi della maschera di comunità a una mano
  • Realizzato con tessuti spalmati antimicrobici
  • Comfort piacevole da indossare e tessuti bellissimi
  • Speciale montaggio elastico morbido
  • Semplice da adattare senza dover manipolare
  • Disponibile in due misure
  • Facile da indossare con una mano sola
  • Il tessuto interno impedisce una rapida penetrazione dell’umidità
  • Il rivestimento antibatterico resiste a 30 cicli di lavaggio a 40 gradi senza subire danni
  • Il taglio impedisce che le lenti si appannino
  • Sono disponibili tre diversi tipi di montaggio
  • Prodotto localmente, impegnato socialmente, Swiss made
  • In set e abbonamento più economico e più rispettoso dell’ambiente rispetto alle maschere usa e getta
  • Ogni acquisto sostiene la fondazione “Dare una mano ai bambini”
Precauzioni per la maschera facciale

Un potenziale mezzo di trasmissione

Le maschere facciali dovrebbero proteggere chi le indossa e/o altri, ma sono anche un potenziale portatore di virus e batteri!

Durante, prima e dopo l’uso, c’è il rischio che gli agenti patogeni vengano trasmessi alla superficie delle maschere facciali e che gli agenti patogeni vengano assorbiti dalla superficie delle maschere:

  1. quando si indossa e si toglie la maschera
  2. in caso di smaltimento non sicuro o di abbandono della maschera
  3. quando si tocca mentre si indossa o per la regolazione

E c’è sempre il rischio di essere infettati dal virus toccando il viso dopo aver toccato la superficie contaminata della maschera o altre superfici contaminate dalla maschera.

Indossare una maschera non deve inoltre portare a trascurare altre precauzioni come lavare le mani/disinfezione, mantenere le distanze o evitare la folla.

Progetto ReMask

Progetto ReMask

Unire le forze contro l’emergenza maschera

Le maschere protettive sono attualmente una merce rara. Per dotare la Svizzera di materiale protettivo efficiente nella crisi della corona, i ricercatori dell’Empa stanno lavorando al progetto “Remask” insieme a un team nazionale della ricerca, della sanità e dell’industria. Si stanno sviluppando nuovi tipi di maschere e tecnologie per il riutilizzo del materiale protettivo esistente – per ora, ma anche per le pandemie future.

L’Empa si impegna a sostenere nella crisi

L’Empa si è posta l’obiettivo di dare un valido contributo alla lotta contro il virus. Attualmente siamo in grado di effettuare tre test elementari. Questi test vengono effettuati su “maschere comunitaria” (almeno 20 maschere per tipo e lotto), non su maschere FFP.

  • Permeabilità all’aria secondo ISO 9237 (differenza di pressione)
  • Resistenza agli spruzzi Prova rapida, basata su ISO 22609 Parte della norma EN 14683
  • Efficienza di filtrazione Patricle > di 70

Le specifiche sono conformi alla raccomandazione della task force scientifica nazionale COVID-19.

L’Empa non effettua certificazioni e non è autorizzata a valutare l’accuratezza dei certificati esistenti. I risultati dei singoli rapporti di prova si riferiscono esclusivamente ai campioni da noi testati. Il numero di campioni da noi testati corrisponde ad un campione casuale e non può essere considerato un test completo secondo la norma EN 14683.

 

Informazioni di base da varie fonti

Link vari (Tedesco)

BAG: Aktuelle Informationen zur Corona Pandemie

Live Coronasurvey: Aktuelle Coronafälle weltweit

Robert Koch-Institut Berlin: Coronaübersicht

Beobachter: Darum helfen Masken

Beobachter Gesundheit: So benutzen Sie die Hygiene-Maske korrekt

NZZ: Schutzmasken gegen Corona können Ansteckungsrisiken um 50 bis 80 Prozent senken

Der Spiegel: Studie bestätigt Schutzwirkung von Masken vor Coronavirus

Beobacher Gesundheit: «Eine Maskenpflicht würde uns entlasten»

NZZ am Sonntag: Stoffmasken sind viel besser als ihr Ruf: In der Geschichte der Medizin haben sie sich bewährt

SRF: Ab 6. Juli Maskenpflicht im Öffentlichen Verkehr

Tagesanzeiger: Lancet Metastudie belegt “Die Masken waren entscheidend”
L’analisi dell’OMS è più chiara sul tema dell’uso della maschera. Qui gli autori concludono che questo previene il rischio di infezione, soprattutto con N95 e maschere filtranti simili. Ma anche le normali maschere chirurgiche avrebbero un effetto positivo, dicono. Tutti gli studi esaminati sono giunti a questa conclusione. Uno studio pubblicato qualche giorno fa dagli Stati Uniti fa addirittura un passo avanti e ha indagato quali misure sono state utilizzate nei punti caldi del Nord Italia e di New York. Gli scienziati concludono che non è stato necessariamente l’allontanarsi dalla pandemia che ha aiutato, ma soprattutto indossare una maschera.

Higgs: Kommentar von Beat Glogger
La scorsa settimana due notizie sul nuovo coronavirus hanno attirato l’attenzione dei mass media. Un’opinione dell’immunologo Beda Stadler, già professore all’Università di Berna, e un’intervista con l’infettivologo Pietro Vernazza dell’Ospedale cantonale di San Gallo.
Entrambi mirano nella stessa direzione: “il pericolo del virus è stato sopravvalutato”. Ed entrambi hanno causato polemiche nella scienza. Ma dal pubblico, entrambi hanno ricevuto molti applausi.

20 Minuten: Questo è ciò che i pazienti pensano degli scettici della corona
Nei social network, i post degli scettici di corona circolano sotto hashtag come #FakePandemic o #Fearporn. Alcuni sospettano che la legge di emergenza sia un tentativo di limitare la libertà di parola, di installare una dittatura e di vaccinare la popolazione. Altri credono che Corona sia in giro da molto tempo. La malattia non è peggio di un’influenza, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e Bill Gates hanno drammatizzato la situazione per interesse personale. Ma cosa dice la gente a queste teorie che il virus ha preso una brutta piega?

Infosperber: Nuovo meta-studio: le maschere riducono le malattie gravi
Una nuova valutazione di studi animali e osservazionali mostra che la gravità del decorso della malattia dipende fortemente dalla quantità di virus con cui qualcuno è infettato. Anche le persone che indossano le maschere possono essere infettate, ma con una quantità molto minore di virus. Di conseguenza, spesso non ci sono sintomi della malattia, o ci sono solo sintomi molto lievi.

Spiegel Gesundheit: Es ist ein Krieg gegen die Dummheit
In einem Krankenhaus in Houston kämpft Chefarzt Joseph Varon um das Leben seiner Patienten. Die größte Sorge bereite ihm dabei das Verhalten seiner Mitmenschen im Umgang mit der Pandemie.

Infosperber: Die Covid-19-Task Force übertrieb den Nutzen der Masken massiv
Das wissenschaftliche Beratungsgremium des Bundesrats wollte ein Masken-Obligatorium. Übertreibung sollte wohl Druck erzeugen.
Die Maskenpflicht im öffentlichen Verkehr gilt in der Schweiz seit dem 6. Juli. Einen Nutzen solcher Hygienemasken hatte Daniel Koch vom Bundesamt für Gesundheit (BAG) wiederholt abgestritten. Ganz anders die «Swiss National COVID-19 Science Task Force». Dieses Beratungsgremium des Bundesrats mit Experten aus der Wissenschaft, darunter Epidemiologen, Virologen und Infektiologen, drängte den Bundesrat, eine Maskenpflicht einzuführen.
Jedoch relativiert das Fazit die Hauptaussage des Artikels:
Von 1000 Personen mit Maske, die einer infizierten Person nahe kommen, stecken sich durchschnittlich etwa 31 Personen an.
Von 1000 Personen ohne Maske, die einer infizierten Person nahe kommen, stecken sich durchschnittlich etwa 174 Personen an.

Süddeutsche Zeitung: Selbst milde Covid-19-Verläufe können Spuren am Herzen hinterlassen
Welche Folgen eine Infektion mit Sars-CoV-2 mittel- und langfristig für Patienten haben kann, ist auch Monate nach den ersten Krankheitsfällen noch unklar. Inzwischen ist bekannt, dass fast alle Organe vom neuartigen Corona-Virus betroffen sein können. Ob daraus jedoch bleibende Funktionseinschränkungen oder Gewebeschäden resultieren, ist weiterhin ungewiss. Kardiologen der Universitätsklinik Frankfurt berichten nun im Fachmagazin JAMA Cardiology davon, dass sogar eine mild verlaufende Infektion das Herz dauerhaft beeinträchtigen kann.

Beobachter Gesundheit: Die Gefahr aus der Luft
Acht Meter. Die Zahl wird für heftige Debatten sorgen, vielleicht sogar ein Umdenken einleiten, wenn es um den Schutz vor dem neuen Coronavirus geht. Deutsche Infektiologen und Virologen veröffentlichten Mitte Juli ihre Studie zu den Vorgängen im Tönnies-Schlachtbetrieb, wo es Mitte Mai über 2100 Infektionen gab.
Es ging den Forschern nicht um die desolaten Wohnverhältnisse der Fleischer, die zur Verbreitung des Virus beigetragen haben. Sie wollten wissen, was drinnen an der Schlachtbank passierte, wo alles ­begann. Dafür analysierten sie die DNA-­Sequenzen der übertragenen Viren.
Das Ergebnis beunruhigt: Das Virus wurde von einem einzigen Tönnies-Mitarbeiter im Umkreis von mehr als acht Metern auf mehrere Personen übertragen. Niedrige Temperatur, geringe Frischluftzufuhr, konstante Luftumwälzung und schwere körperliche Arbeit sind laut den Forschern entscheidende Faktoren für die Übertragung des Virus durch Aerosole.

Beobachter Gesundheit: Welche Masken halten, was sie versprechen?
Wer sich mit einer Maske vor dem Coronavirus Sars-CoV-2 schützen will, braucht beim Kauf etwas Glück. Denn ein hoher Preis garantiert nicht zwingend eine hohe Schutzwirkung. Zertifikate können sich als wertlos erweisen. Und auf anerkannte Händler ist nicht immer Verlass.
In der Beobachter-Stichprobe hat die Hälfte der zwölf geprüften Masken ungenügend abgeschnitten. Zu diesem Schluss kam die Fachhochschule Nordwestschweiz (FHNW) in ihren Untersuchungen für den Beobachter (siehe detaillierte Testresultate weiter unten im Beobachter-Artikel).
Good to know: Mitte August werden wir unsere Community Masken von der Fachhochschule Nordwestschweiz testen lassen.